I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]
Diritto.it

ISSN 1127-8579

Pubblicato dal 07/07/2011

All'indirizzo http://cartelle-esattoriali.diritto.it/docs/31956-la-cartella-di-pagamento-i-requisiti

Autore: AR redazione

La cartella di pagamento: i requisiti

La cartella di pagamento: i requisiti

Pubblicato in Esecuzione mobiliare e immobiliare il 07/07/2011

Autore

47250 AR redazione
Pagina: 1 2 3 di 3

La cartella di pagamento: i requisiti
NATURA E REQUISITI ESSENZIALI DELLA CARTELLA DI PAGAMENTO
(estratto dal volume Nunzio Santi Di Paola Come difendersi dalle cartelle di pagamento – Maggioli Editore – aprile 2011)
La cartella di pagamento costituisce un atto di intimazione al pagamento e di avviso di mora, che quindi accorpa in sé le funzioni di titolo esecutivo (essendo in esso incorporato il ruolo sopra descritto) e di precetto. La cartella di pagamento è un atto amministrativo individuale di esecuzione, adottato dall’agente della riscossione per attivare le procedure per il recupero del credito.
Ancorché l’attività di riscossione sia affidata ad una delle Società del gruppo Equitalia s.p.a. e, quindi, ad un soggetto privato, si tratta comunque di una società di proprietà interamente pubblica, partecipando ad esso anche gli uffici che esercitano il potere impositivo, cioè l’Agenzia delle entrate.
La cartella di pagamento, pertanto, pur non provenendo direttamente dalla Pubblica Amministrazione, deve essere equiparata a tutti gli effetti all’atto amministrativo, di cui possiede sia il requisito soggettivo
(sostanziale provenienza dalla Pubblica Amministrazione), sia quello oggettivo (l’attitudine anche solo materiale a produrre degli effetti), sia quello formale (la perfezione, cioè il compimento dell’intero procedimento della sua formazione).
La sua funzione fondamentale è quella di comunicare al contribuente la sua posizione debitoria nei confronti dell’ente impositore a
fronte di un credito ritenuto certo, liquido ed esigibile e, pertanto, deve contenere tutte le indicazioni utili per consentire al contribuente di vagliare le ragioni e, quindi, la legittimità della pretesa creditoria.
L’articolo 25, commi 2 e 2-bis del d.P.R. n. 602/1973 prevede che: la cartella di pagamento deve essere redatta in conformità al modello approvato con decreto del Ministero delle finanze e deve contenere l’intimazione ad adempiere l’obbligo risultante dal ruolo entro il termine di sessanta giorni dalla notificazione, con l’avvertimento che, in mancanza, si procederà ad esecuzione forzata; la cartella di pagamento deve contenere anche l’indicazione della data in cui il ruolo è stato reso esecutivo.
 
Il contenuto minimo della cartella di pagamento è descritto dall’art. 6 del d.m. n. 321/1999, costituito dagli elementi che devono essere elencati nel ruolo ai sensi dell’articolo 1, commi 1 e 2

Libro in evidenza

CARTELLA DI PAGAMENTO

CARTELLA DI PAGAMENTO


Nessuno può negare che la notifica di una cartella esattoriale - strumento di riscossione per tributi, contributi INPS e premi INAIL - genera sempre pathos o, quanto meno, fastidio e induce a chiedersi da dove nasca la pretesa della Pubblica Amministrazione. Ci si...

42.00 € Scopri di più

su www.maggiolieditore.it

2 dello stesso d.m. n. 321/1999 e, quindi:
il numero identificativo univoco a livello nazionale;
l’ente creditore;
la specie del ruolo;
il codice fiscale e i dati anagrafici dei debitori;
l’anno o il periodo di riferimento;
l’importo di ogni articolo di ruolo;
il totale degli importi iscritti nel ruolo;
il numero delle rate in cui il ruolo deve essere riscosso, l’importo di ciascuna di esse e la scadenza delle stesse;
la data di consegna del ruolo all’agente della riscossione;
l’indicazione sintetica degli elementi sulla base dei quali è stata effettuata l’iscrizione a ruolo;
nel caso in cui l’iscrizione a ruolo consegua ad un atto precedentemente notificato, devono essere
 indicati gli estremi di tale atto e la relativa data di notifica;
il responsabile del procedimento di iscrizione a ruolo;
il responsabile del procedimento di emissione e notificazione della cartella;
possibilità di pagamento rateale.
 
 
Taleelencazione è stata oggetto sinora di molteplici integrazioni e modificazioni, ed in particolare, occorre segnalare il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 22 aprile 2008 che, in forza di quanto previsto dall’articolo 36, comma 4-ter del d.l. n. 248/2007 convertito in legge n. 31 del 28 febbraio 2008 (cd. “decreto milleproroghe”),
[...]
Pagina: 1 2 3 di 3

Libri correlati

Logo_maggioliadv
Per la pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it | www.maggioliadv.it
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Logo_maggioli